Crea sito

Canalone obliquo

In corsivo brani della relazione della "Berti"

Spesso i nomi delle montagne derivano da luoghi di pascolo situati alle pendici. È il caso del M. Colciavatch e del M. Resettum che hanno una casera ai loro piedi con l'identico nome. Che il toponimo si sia trasferito dal pascolo alla vetta – e non l'inverso – è cosa ovvia dato che un tempo le cime avevano scarso interesse per i valligiani. Da notare che a Claut, Resettum è chiamata la quota 2057 m che spicca sulla cresta a Ovest della cima principale della catena, che invece denominano M. Forcja Bassa (2067 m); infatti la quota 2057 m sovrasta il pascolo della casera Resettum.

A parte gli equivoci della nomenclatura è comune definire Resettum tutta la catena tra Porto Pinedo e Forcella Giaveid. Questa struttura lineare, sopratutto vista da Sud, ha un fascino particolare: una muraglia che attira gli sguardi e i desideri degli alpinisti.

Epperò l'accesso è davvero lungo e faticoso!

La roccia è buona: si tratta del Calcare del Vajont formatosi in lagune pelagiche di 170 milioni di anni fa nel periodo detto Medio Giurassico (o Dogger). Questo calcare ha la particolarità di essere a grana finissima (calcareniti oolitiche) per cui non lascia varchi agli agenti atmosferici demolitori (è anche di difficile chiodatura!).

Sul lato settentrionale, in versante clautano, dove l'inclinazione degli strati è tra i 20 e 25 gradi si rilevano estesi fenomeni di carsismo, con doline e inghiottitoi e tutte le forme superficiali come i campi solcati, i karren, le rigole ecc. Per approfondire l'argomento vedi qui.

L'etimologia di Resettum è alquanto incerta, però si può proporre una spiegazione suggestiva: da REI (radice indoeuropea) che vuol dire scorrere, da cui rio, rivolo ruscello; in unione con THUMO (tema mediterraneo) che è il timo: scorrere tra il timo, rio del timo. Se si pensa che il Raut - cui si accosta il Resettum per motivi geografici - vuol dire rododendro, ecco che completiamo la suggestione floreale per l'intera catena.

E non siamo molto lontani dal vero poiché questo baluardo prossimo alla pianura pordenonese è un vero giardino botanico con un insieme incredibile di specie tra le più belle e rare.

...in alto si vede il canalone obliquo che porta in cresta

...e che si raggiunge per ripidissimi pendii erbosi

...risalendolo poi su terreno friabile ma senza difficoltà particolari

Una capatina sul vero Resettum

Giunti sulla cresta la si segue verso destra

...superando sotto la cima un canalino ripido, esposto e friabile

La cresta percorsa dalla cima del M. Forcja Bassa

Verso Est dal M. Forcja Bassa

...mi ricordo di quando tornasti dalle Pale di S. Martino con l'auto piena di sassi!

altri itinerari simili