Crea sito

Carlo

Campione di benchrest

Il benchrest è una particolare specialità di tiro a segno con carabine di altissima precisione, di calibri medio/piccoli, su bersagli posti a distanze di 100 - 200 - 300 m. Normalmente queste armi vengono costruite o preparate su specifica richiesta del tiratore, tali da soddisfare le esigenze personali per il conseguimento della massima precisione, divenendo in pratica non più delle semplici armi ma dei veri e propri strumenti da tiro. Le cartucce sono preparate dagli stessi tiratori con mezzi artigianali, ma estremamente sofisticati, in quanto le cartucce commerciali non sono di norma sufficientemente precise da garantire risultati apprezzabili nelle competizioni. La precisione raggiunta da questo tipo di armi è impressionante, tanto che non è infrequente vedere bersagli che all'apparenza presentano un unico foro, mentre in realtà nello stesso foro sono passati tutti e cinque i colpi che costituiscono una normale serie di gara.

Carlo con la sua arma.

Nel giugno 2009 si è svolto il 10° campionato mondiale (sono a cadenza biennale) di specialità con 16 nazioni e 107 tiratori; l'Italia con la società Italian Bench Rest Shooter Association è alla sua terza partecipazione (per Carlo è il sesto campionato mondiale: in precedenza un'altra società rappresentava i colori italiani. Ora solo l'IBRSA è riconosciuta a livello mondiale).

La squadra italiana. Le gare sono state ospitate dal Sudafrica...

...nel campo di tiro alla periferia di Pretoria...

...nella savana...

...tra la natura selvaggia.

Splendida prestazione di Carlo che ha chiuso individualmente al 4° posto nel Two Gun Agrregate individuale, al 2° posto nel Aggregate 100-200 Heawy Varmint individuale ed al 3° posto nel 200 Heawy Varmint individuale, con Quaglino Gianantonio al 18° Fontanella Maurizio al 24° e Barbanti Andrea al 28° nel Two Gun Aggregate, media totale che ha permesso al Team di salire sul podio.

La premiazione individuale.

Inoltre il Team si è classificato al 3° posto, bronzo a squadre nell’aggregato 100-200 Heawy Varmint ed al 4° posto nell’aggregato 100-200 Light Varmint. Dopo il 16° posto nella prima partecipazione ai mondiali e il 5° nella seconda, questo 3° assoluto fa ben sperare per il futuro: arrivederci in Francia nel 2011.