Crea sito

Cima Pussa (2169 m)

Nella guida delle Dolomiti Orientali viene relazionata la salita a questa cima di Fradeloni e compagni per il Ciadin de Gasparin e discesa per il Ciadin de Bortolusc; la vecchia carta Tabacco 021 (in mio possesso) non evidenzia sentieri che conducono ai due Ciadin se si eccettua un breve tratto di tracce tra il Ciol de la Gravuzza e il Ciol de Bortolusc. E' proprio qui che ho fatto un primo tentativo un paio d'anni fa, trovando anche qualche segnavia CAI ma finendo poi tra le fitte mughete che mi hanno indotto a desistere. Poi, quest'anno, volevo fare un tentativo per il Ciadin de Gasparin e giunto in Malga Senons ho trovato Paolo l'ultimomalgarodiclaut, che mi ha sconsigliato di salire il Ciadin de Gasparin, indicandomi in alternativa un sentiero che dalla malga sale in Ciadin de Bortolusc, che un tempo era utilizzato per portarvi le vacche al pascolo. Tale percorso è anche evidenziato nelle carte Tabacco più recenti e in particolare su quella dedicata al Parco Dolomiti Friulane; si rivela essere un itinerario comodissimo e per nulla difficile per visitare il bel Ciadin de Bortolusc.

La malga Senons dal sentiero

Il Ciadin de Bortolusc con l'omonima cima

Cima Pussa in centro foto vista dall'alto Ciadin de Bortolusc; evidente la forcella quotata 2000 m con a sinistra il caratteristico torrione ben visibile dal rifugio Pussa

Qui si vede l'ombra della forcella e del torrione proiettarsi su Cima Bortolusc

Cima Pussa dal basso Ciadin de Bortolusc

Risalita del Ciadin

Primo sole su Cima Bortolusc

Da forcella 2000 m iniziamo a salire lo spigolo nord del monte

Sotto di noi il Ciadin de Gasparin con sullo sfondo Chiarescons e Vetta Fornezze

Qualche metro in discesa dall'aerea crestina

Autoscatto in vetta

Dal libro di vetta si evince che l'ultima visita è stata ben 12 anni fa

Dalla vetta verso est...

...e verso ovest.

Il sentiero da noi scoperto riduce di molto tempi e fatica: da malga Senons in 2 ore e mezza si è in cima; spero che ciò possa essere di stimolo per visitare questa sconosciuta e selvaggia montagna.