Crea sito

Spigolo Sud del M. Cuâr (1478 m)

 

Di questa via ne lessi molti anni fa un articolo sul Cuardin, notiziario della sezione CAI di Gemona. Mi è rimasta impressa la forma ironica dell'articolo e le difficoltà enunciate. Accantonata nell'elenco delle cose da fare, infine è giunto il suo momento.

La denominazione di spigolo è piuttosto pomposa: meglio costone; lo vediamo per intero in questa foto.

Ci si alza subito sulla Val Tochel per bosco rado di conifere.

Passaggi di misto si alternano a praterie.

Si arriva al passaggio chiave della salita sotto un tetto.

Qui si trova il libro di via.

Il tratto più difficile è servito da due chiodi a uno dei quali è legato un cordino da un metro. Noi abbiamo trovato il passaggio completamente bagnato e quindi il cordino è servito.

L'uscita dal passaggio è su erba: puro greppo!

Qualche altra paretina di misto...

...e poi il costone diventa meno ripido.

Tra prati fioriti usciamo in vetta. Ottima escursione per chi ha solo mezza giornata da dedicare; modesto il dislivello, nessun problema di orientamento, presenti vecchi bolli in vernice rossa; si può scendere per il sentiero 817. Paragonabile come difficoltà allo spigolo Ovest del Cuel da la Luna.

altri itinerari simili